Attraverso la strada tirolese del vino

Di Sami-Jo Adelman
Artwork Diego Soprana

Week 48
TYROL

Inaugurato nel 1964, La strada tirolese del vino (Strada del Vino / Weinstrasse) è la più antica strada del vino in Italia. Inizia (o finisce) a nord di Bolzano a Nalles (Nals), si snoda passato Terlano (Terlano) attraverso Alto-Adige (Oltradige) e Basso Adige (Unterland) fino a raggiungere Salorno (Salurn). Vitigni autoctoni, tra cui Lagrein, Vernatsch and Gewürztraminer, fiancheggiano il percorso importazioni fianco ben adattate come Pinot Bianco, Sauvignon, Merlot e Cabernet.
Da Bolzano, il capoluogo culturalmente intrigante dell’Alto Adige, dove i gusti tedeschi e italiani si fondono, il modo migliore per raggiungere la Strada del Vino è in auto o in bicicletta.
Per gli appassionati di ciclismo (il genere Lycra), asciutto, il clima mite della regione e il sole frequente forniscono le condizioni ideali per 23-45 km in bicicletta, a seconda del percorso scelto. La pittoresca Strada del Vino offre tre diversi viaggi per i ciclisti – il Nord, Centro o itinerario del sud. Ciascuno segue un percorso che si snoda tra paesaggi mozzafiato con la possibilità di fermarsi e vedere i castelli o visitare le cantine lungo la strada. Per coloro che dietro il volante, il viaggio è altrettanto maestoso.
La prima tappa di questo tour è Nalles / Nals, situata nella soleggiata Val d’Adige a circa 14 km da Bolzano / Bozen e 16 chilometri dalla città termale di Merano / Meran. Nalles offre una suggestiva cornice di colline verdi paffuto fiancheggiate da vigneti torreggianti e meleti. Trekking e mountain bike sono attività popolari in questa città tranquilla, con solo 1.600 abitanti. Assicuratevi di assaggiare i vini a Nalles Magrè Cantina prima di guidare o in bicicletta su.
La prossima tappa è la piccola città di Andriano / Andrian con la sua piazza piccola e meleti abbondanti. Di Andriano Cantina, fondata nel 1893, è una cooperativa più antichi produttori di vino in Alto Adige. La cantina offre una selezione tradizionale 13 singoli vini DOC caratteristiche del terreno, così come quattro varietà di vini scelti, che sono in ritardo, raccolte e raccolte a mano dai vigneti più vecchi di Andriano con un’età minima di 15 anni. Se si sceglie di fare una degustazione (non pensate nemmeno due volte) chiedere la selezione Gant e Tor di Lupo, che sono autorizzati a maturare in piccole botti di rovere, o provare il Andrius e Movado, che raggiungono la loro grandezza in serbatoi di acciaio inox .
Da qui, testa di Appiano / Eppan, alla più grande comunità vitivinicola dell’Alto Adige con 1200 ettari di vigneto che si estende da 200 metri sopra il livello del mare a 1600 m sul livello del mare sul crinale Mendel. Questa comunità comprende nove frazioni del vino: St. Michael, Cornaiano, St. Pauls, Frangart, Missiano, Unterrain, Perdonig, Gaido e Monticolo. Fate una pausa caffè in uno dei tanti caffè che costeggiano la principale strada di ciottoli nel centro di Appiano o indulgere in qualche shopping nelle boutique. Die Nische è grande per la maglieria unisex e accessori uomo, ma avrete bisogno di tasche profonde a fare di più che navigare. Un consiglio per i gastronomi: Appiano ospita Restaurant zur Rose, il ristorante del famoso chef di Herbert Hintner che è ben noto in tutta la regione per la sua preparazione creativa e innovativa della cucina tradizionale con prodotti regionali. Se la fame chiama, questa è una opzione per il pranzo di lusso.

Se volete visitare la Strada del Vino da aprile a ottobre, una delle attrazioni più belle è il lago di Caldaro. Nel cuore della regione del Caldaro / Kaldaren, il lago di Caldaro è il lago balneabile più caldo delle Alpi.
Mentre il bordo meridionale del lago porta natura incontaminata, ci sono tre spiagge, sulle rive settentrionali, che sono accessibili per i nuotatori e gli appassionati di sport acquatici. Le aree piscine pubbliche sono generalmente aperti da metà maggio a fine settembre. Se si vuole attraversare il lago, ma full immersion nelle acque cristalline fredde è travolgente, esplorare la baia in pedalò. Wind surf in un pomeriggio ventilato è anche un’opzione; forse meglio con un istruttore di surf certificata vento dalla vicina Gretl am See, che avviene anche per essere un ristorante con la vista migliore da pranzo nella zona. Trascorri il tuo pomeriggio nel corso di un lungo pranzo e un bicchiere di vino o due.
Dopo il pranzo e il vino, è il momento per altro vino. Prossima fermata: Cantina Tramin.
Questo splendido edificio verde geometrico, con finestre dal pavimento al soffitto di vetro e una vista sui vigneti di montagna fuori sbalorditive, ospita il grande Gewürztraminer. Il Gewürztraminer prospera in un clima alpino-mediterraneo, tipico dell’Alto Adige: un sacco di calore durante il giorno, ma fresco durante la notte per permettere ai vini di conservare la freschezza e sviluppare i loro aromi speziati inconfondibilmente di rosa, litchi e chiodi di garofano. Cantina Tramin offre tre diversi Gewürztraminer: Gewürztraminer Alto Adige DOC, NUSSBAUMER Gewürztraminer Alto Adige DOC, e terminum Gewürztraminer Vendemmia Tardiva Alto Adige. Questo vino è un partner impressionante per una vasta gamma di stili culinari, in modo da essere sicuri di prendere una bottiglia o due prima di testa fuori dalla porta.
Se dopo Cantina Tramin si voglia più Gewurztraminer o semplicemente altre gocce deliziosi, proseguire fino alla Cortaccia / Cortaccia, e poi sulla Magre. Questo pittoresco villaggio è pieno di elementi architettonici tipici dello stile altoatesino: porte ad arco e bifore, logge e arco finestre, inferriate in ferro battuto e fontane in pietra. E ‘qui che troverete Vineria Paradeis. Sedetevi al tavolo comune lungo, realizzato dal legno di albero di 250 anni-quercia, per una degustazione di vini e pranzo con piatti preparati con ingredienti regionali e stagionali dallo chef Alessandro Miragoli. Questa è la cantina biodinamica di quinta generazione enologo Alois Lageder. Bianchi – altamente finessed, quasi tedeschi nello stile ma girato attraverso con il calore e la verve di un’estate italiana – sono i soldi qui: oltre il 70% della produzione è dedicata a Pinot Grigio, Chardonnay e Gewürztraminer. Anche così, Pinot nero di Lageder Lagrein e locale sono anche apprezzati.
Fate una passeggiata postprandiale attraverso il villaggio storico di Cortina / Kurting prima di guidare attraverso a Salorno / Salorno – l’ultima tappa del tour. Questo paese più meridionale della regione si trova appena sopra la vicina provincia del Trentino – il confine non ufficiale tedesco-italiano, e uno dei pochi villaggi in Alto Adige in cui il numero dei cittadini italiani supera il numero di abitanti di lingua tedesca. Rinascimentale splendida e architettura barocca avvolge la città, e il suo emblema sorprendente – i resti della Salorno (Hederburg) Castello – siede in cima a una rupe calcarea che domina la città e cascata vigneti.
La Strada del Vino dell’Alto Adige è un tesoro di alberghi imponenti, antichi castelli, manieri tradizionali e grandi laghi, il tutto comodamente immerso tra abbondanti frutteti e vigneti. I maestosi paesaggi e pit stop deliziosi fanno per un viaggio su strada entusiasmante con una persona cara o una manciata di amici che adorano una buona bevanda.