La sedia da UFFICIO perfetta

Di Eleonora Usseglio Prinsi
Illustrazione di Diego Soprana

Week 38
OFFICE

Con Michele De Lucchi a fare gli onori di casa, quest’anno il Salone del Mobile ha aperto la sezione dedicata all’arredo ufficio con l’istallazione percorso “La passeggiata” e tante nuove idee e ispirazioni per gli spazi di lavoro.
I designer spagnoli Lievore Altherr Molina, hanno proposto un nuovo sistema di sedute da ufficio per Arper. Kinesit è la prima seduta da ufficio realizzata dall’azienda trevigiana ed ha già fatto incetta di premi tra cui iF Gold Award 2015 — Innovationspreis Architektur + Office.
L’esile struttura della seduta racchiude numerosi  meccanismi di regolazione che garantiscono livelli di confort elevati salvaguardando la ricerca formale. Un rinforzo regolabile per il sostegno della zona lombare è integrato in all’interno dello schienale e fornisce un ulteriore supporto, senza comportare alcun aumento di spessore. Il movimento di regolazione è sincronizzato e i comandi per calibrare l’altezza sono nascosti sotto la seduta.
Completamente diverso l’approccio del designer olandese Léon de Lange, che in collaborazione con Proof, sperimenta nuovi modi di interpretare lo spazio ufficio partendo dall’analisi di fruibilità dello spazio ed interazione  con l’arredo al suo interno.
Gli accessori disegnati da De Lange sono pensati come un estensione del nostro corpo, comodi appoggi ed ergonomiche sedute.  Gli elementi compongono lo spazio in maniera flessibile offrendo differenti configurazioni, lontane dal concetto convenzionale di ufficio.
Vitra dal 2011, in collaborazione con l’azienda di moda olandese G-Star RAW, ridisegna in chiave glamour la collezione evergreen di mobili da ufficio del designer francese Jean Prouvè.
La contemporaneità delle linee di Prouvè diventano l’elemento chiave per realizzare una capsule collection in piena regola. Una selezione  limitata di pezzi in grado di comporre un “total look” per l’ufficio; rilanciare elementi classici in chiave moderna, esaltando la qualità dei materiali e rimanendo fedeli ai disegni originali.
Fino alla fine del 2016 saranno disponibili dieci nuovi mobili e sistemi di illuminazione.

Tra gli imperdibili la minimale Petite Potence, una lampada da parete ridotta ai suoi componenti essenziali: una lampadina e un supporto da parete girevole, l’esile poltrona imbottita Fauteuil de Salon Haut e l’elegante scrivania con portaoggetti integrati Bureau Metallique.

uncino
Uncino armchair/Image © Matiazzi

La conoscenza nella lavorazione del legno e la sapienza artigianale l’hanno fatta da padroni nella collezione di sedute da ufficio Uncino, disegnata da Ronan & Erwan Bouroullec per l’azienda Matiazzi. L’unicità della collezione si racchiude nella capacità, quasi scultorea, di unire con sapienza il legno e la struttura metallica, con un mix match di texture e colori. Nonostante sia opinabile l’effettiva ergonomicità della seduta e indubbia l’eleganza della curvatura dello schienale e il fine scheletro di supporto in metallo.