Designing Paradeis

Di Sami-Jo Adelman
Artwork Diego Soprana

Week 48
TYROL

Fondato nel 1823, Alois Lageder è sinonimo di qualità quando si parla di vini, sostenibilità, agricoltura buodinamica e una vasta espressione artistica. La loro Vineria Paradeis è la migliore vetrina per questo approccio olistico attraverso la messa in mostra di vini sigolari marcati dal territorio distintivo, raffinata cucina regionale, e soprattutto un design incredibilmente curato.
Vineria Paradeis si trova nella vecchia piazza di Magre, nel profondo sud del della strada del vino di Tirolo.
Le antiche mura della costruzione – Casòn Hirschprunn – dona un’estetica storica molto singolare alla facciata esterna della vineria. Poi, dopo essere entrati, vi attende un design degli interni moderno e pieno di decorazioni lussuose. La simbiosi di elementi storici, design e elegante architettura costituisce l’ambiente perfetto per la degustazione del vino e per le compere.
Gli interni eleganti sono opera di Allmeinde Architektur (Allmeinde Commongrounds), un collettivo di design e cultura austriaco guidato da Katia Polletin e Gerold Schneider. Il duo gestisce una residenza artistica della cultura locale in un granaio di montagna ristrutturato ai margini di Lech, un villaggio nella regione austriaca di Vorarlberg. Il loro stile minimalista design alpino e sensibilità per conservare le vecchie strutture sono stati apprezzati dal Lageder del, particolarmente Veronika Riz Lageder (Alois Lageder’s moglie), coreografo e regista, che ha anche avuto una mano nella progettazione e realizzazione creativa degli interni .
In effetti, tutti gli arredi sono stati toccati da Veronika in qualche modo. Nella Verkostungsraum (sala da pranzo principale) c’è una selezione di sedie di metallo-incorniciato canneti che sono stati rivestiti in delicati motivi floreali trapuntato. Il look è un’idea di Veronika; ha tratto ispirazione dalla copertura di una sedia dalla sua casa di vacanza al mare fatta con stoffe assemblate e cucite l’una con l’altra. Sedici di queste sedie circondano il principale tavolo da pranzo in legno. Sopra, vi è un opera d’arte impressionante di tre facce di carbone tinti di rosso sangue, blu e giallo, dal titolo “Why Me” di Erik van Lieshout, un artista contemporaneo olandese ampiamente conosciuto per i suoi disegni cartoon, che fa parte della collezione d’arte privata di Alois e Veronika. Sia Veronika che suo marito Alois hanno sempre mantenuto un forte interesse per l’arte e il design. Fino all’inizio del 2010 Alois Lageder è stato, per dieci anni, Presidente del Museo di Arte Contemporanea (MUSEION) a Bolzano.

Per entrare al Paradeis è necessario prima passare attraverso il Weinschenke (la sala e il bar per la degustazione) e poi attraverso la Vineria (con specialità locali), munita di un camino e bar per il vino e un negozio di specialità gastronomiche. la carta dei vini è divisa in tre gruppi – le varietà classico, le Selezioni Terroir, le fattorie – una selezione basata sia sulla qualità dei vini che sulla la loro origine.
Una grande mensola di legno detiene una selezione di condimenti, oli, marmellate e altre prelibatezze provenienti da diverse regioni italiane prodotte secondo i principi biologici. Ci sono anche diversi prodotti locali provenienti dalle cooperative agricole del Sud Tirolo. Lo Chef Alessandro Miragoli ha un buon rapporto di lavoro con molti di questi contadini e il ristorante BIO certificato all’interno della cantina, promuove l’uso dei loro cibi locali e biologici. Il menu offre cucina leggera e moderna, a base vegetale che cambia con il ciclo delle stagioni.
Accanto al camino c’è un tavolo rotondo in legno delimitato da sei comode poltrone, create da Katia e Gerold. Veronika ha scelto i tessuti; tre sono rivestiti in color prugna con una trama a foglie, e gli altri sono di colore rosa salmone e bianco con disegni di pesci. Una serie di sgabelli di legno shabby-chic completano la collezione. Nei mesi più freddi, il camino è il luogo di ritrovo per chi, in compagnia, ha voglia di un buon bicchiere di vino.
Durante le stagioni più calde dell’anno, il cortile interno dalla pavimentazione acciottolata, nascosto all’interno delle mura antiche coperte di vitigni verde smeraldo, accoglie i visitatori con i suoi cipressi e alberi in fiore di limone e profumi fragranti di gelsomino e melograno. Il romanticismo del regno naturale è palpabile. E’ il luogo ideale per prendere il sole con un Gewürztraminer floreale.
Ai piedi di un ripido pendio sopra Magrè, che porta lo stesso nome – Paradeis – si trova un grande parco secolare. E ‘stato il desiderio di Alois Lageder, sia per preservare i suoi alberi secolari che per creare un nuovo giardino. Lageder ha impiegato l’architetto australiano di giardini Donald Leevers, in modo da rendere il proprio sogno realtà. Il giardino è pieno di Ortensie e daphne, pervinca e viburno, inglese agrifoglio e Faggio. E ‘possibile fare una visita guidata al giardino della tenuta Hirschprunn in compagnia del giardiniere inglese Nicholas Evison. Visite guidate ai vigneti e cantine sono altamente raccomandate.