Una visione a 360° sulla città

Di Domenico Di Maio
Artwork Diego Soprana

Week 44
HONG KONG

Tralasciando i mille modi di intendere il turismo, o meglio, cosa un buon turista dovrebbe effettivamente fare o visitare durante le proprie gite fuori porta, un dilemma attanaglia comunemente le scelte quotidiane: cosa vale la pena non lasciarsi scappare?
La Ngong Ping 360 è la dimostrazione di come l’evoluzione tecnologica possa portare benefici al turismo, e alla mobilità del territorio, senza trascurare l’impatto emotivo che una traversata può generare. E’ una di quelle attrazioni impossibili da perdere, all’apparenza banale, ma che potrebbe suscitare qualche inaspettata reazione da parte della vostra sensibilità da viaggiatori.
Il progetto non si è limitato alla produzione della cabina, ma a tutta la conservazione dell’area sottostante. E’ un viaggio che ripristina il benessere della mente e di conseguenza del fisico.
Nel suo cammino lungo 25 minuti, La Ngong Ping sorvola l’isola di Lantau; un giro turistico che tocca le mete più ambite di Hong Kong, come il monastero di Po Lin e il colossale Tian Tan Buddha che sovrasta nella celebre posizione del loto tutte le aree circostanti; sono zone dell’isola che, prima dell’introduzione della tratta, potevano essere raggiunte solo tramite un lungo percorso montuoso in autobus, possiamo quindi dedurne il grande beneficio.

Inizialmente ideata nel 2004, la Ngong Ping 360 ha avuto, in partenza, qualche difficoltà, data da collisioni, problemi di natura tecnica e danneggiamenti da parte dell’uragano Henry registrando un “leggero” slittamento con conseguente lancio effettivo il 9 novembre del 2006. Il periodo “nero” della funivia eclissa con il danno più grave: il crollo di una cabina, fortunatamente vuota, nella vallata sottostante durante un test, conclusasi con una condanna al CEO dell’azienda in carica alla gestione della tratta; oggi è il giro turistico di Lantau island più sicuro, agevole e spettacolare che esista.
E’ possibile la scelta dell’esperienza che si andrà a vivere: la crystal cabin (caratterizzata da un pavimento in vetro) permetterà di osservare a 360 gradi il paesaggio, anche al di sotto dei propri piedi.
La Ngong Ping 360 è un’attrazione alla quale va dato il merito di aver migliorato la fruizione di un paesaggio divino, scavalcando le barriere dell’intransitabilità dovuta dalla morfologia del territorio; E’ una tappa obbligata, nel caso si decidesse di visitare la magnifica Honk Kong.