Camo Rally collection

Come ogni stagione Stefano Ughetti e Camo presentano il loro lookbook. Non un semplice moodbook ma l’approfondimento di tema specifico che ritroviamo nel DNA di tutta la collezione, partendo dai filati fino alla ricerca della cartella colori.
Il prossimo Fall / Winter, in particolare, rappresenta per il brand di Biella un passo fondamentale, motivo per cui abbiamo deciso di fare a Stefano qualche domanda.

CS Bureau

Enrico Grigoletti) Finalmente ci siamo…Da un pò mi parlavi di questa Rally Collection e ora possiamo vederla. Cosa la rende speciale?

Stefano Ughetti) Beh, innanzitutto, come tutte le collezioni Camo ha un titolo, un tema, dei colori ed un perchè. Il titolo è appunto Rally Collection, il tema è quello delle corse automobilistiche e, nello specifico, il Rally della Lana, nato nel ’73 a Biella. Il significato che si cela sotto non è tanto quello di “correre in macchina” ma quanto l’istinto, lo stesso istinto è quello che deve avere un buon pilota quando guida.

Enrico) Come hai tradotto questo spirito istintivo all’interno della collezione?

Stefano) Sicuramente il profumo della collezione è un pò quello degli anni ’80, dei rally di quando con mio papà andavo per i boschi seduto ad aspettare le macchine. Questo si traduce nei colori di quel mondo: il verde ed il rosso che ricordano i colori di Alitalia, il bianco che è più vicino al panna piuttosto che un bianco ottico e i colori della Martini che sono quelli un pò più rappresentativi e divertenti allo stesso tempo.

Enrico) Le macchine del lookbook invece?

Stefano) Sono riuscito nell’obiettivo di trovare qualche fantastico appassionato che ancora possiede vetture originali come la Lancia Stratos o la Delta Integrale. Inoltre Biella è anche sede di un’officina storica che ha contribuito a costruire le Stratos e tuttora l’unica officina che le restaura. Mi sembrava il posto perfetto per ambientare gli scatti, soprattutto perchè volevo mantenere una certa veridicità nei confronti del prodotto.

Enrico) Per quanto riguarda i tessuti?

Stefano) Principalmente abbiamo utilizzato lane nei toni del verde piuttosto che blu mentre il rosso su cardigan e maglioni. Questo mantenendo sempre lo stile che ci ha sempre caratterizzato anche se, ovviamente, abbiamo messo mano ad alcuni dettagli ed abbiamo rivisitato dei particolari. Posso tranquillamente dire che abbiamo fatto un ottimo lavoro anche sulle camicie, semplificate e su cui c’è stata un’importante ricerca di materiali grazie a Milano Unica che mi ha dato qualche apertura in più nei confronti di aziende importanti del tessile. Abbiamo fatto veramente delle camicie belle.

Enrico) Ne parli veramente con un’entusiasmo diverso dal solito…

Stefano) Come colpo d’occhio e come livello di fascino io la paragono alla Circus Collection (FW2010 Ndr) che per me è stata un mostro sacro e un importante punto di svolta. Ho parlato molto con chi vende il prodotto e con chi lo acquista e questo mi ha fatto scegliere strade anzichè altre: sono stati tolti alcuni articoli a favore di altri su cui c’è stato un investimento enorme.

Enrico) Non vedo l’ora di vederla a Pitti…

Stefano) Non sei il solo!

camofactory.com